Ultime news

Il pubblico impiego

PUBBLICO IMPIEGOx

La normativa in materia di accesso al pubblico impiego è disciplinata dal Testo Unico sul Pubblico Impiego (Decreto Legislativo 30 Marzo 2001, n. 165). L’emanazione del Decreto Legislativo n. 150 del 27 ottobre 2009 (noto come ‘Riforma Brunetta’) attuativo della Legge Delega n. 15/2009, introduce una profonda riforma della disciplina del lavoro pubblico e dei processi di programmazione nelle pubbliche amministrazioni. La Riforma, che coinvolge tutte le amministrazioni pubbliche, indica le direttive su cui articolare il riordino della Pubblica Amministrazione nella direzione della produttività, dell’efficienza e della trasparenza.
Il Testo Unico stabilisce inoltre che “l’assunzione nelle Pubbliche Amministrazioni avviene con contratto individuale di lavoro“, pertanto il rapporto di lavoro con le Pubbliche Amministrazioni si costituisce con le stesse modalità con cui si contrae il rapporto di lavoro con un datore privato.
Altra novità di rilievo riguarda l’accesso al pubblico impiego dei cittadini extra UE. Con la Legge europea del 2013, dal 4 settembre 2013 sarà infatti possibile anche per i cittadini di Paesi extracomunitari accedere ai posti messi a concorso dalle PA, purché siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, dello status di rifugiato o di quello di protezione sussidiaria.

 

REQUISITI DI ACCESSO

La normativa vigente in tema di concorsi pubblici prevede che per essere assunti nella Pubblica Amministrazione (cioè negli Uffici dello Stato, delle Regioni, dei Comuni, etc…) sia necessario il possesso dei requisiti indicati dal D.P.R. 487/1994.

Tali requisiti sono: la maggiore età, la cittadinanza italiana (o europea in alcuni casi), l’idoneità fisica all’impiego, il godimento dei diritti politici e il titolo di studio a seconda della tipologia di impiego.
Inoltre, a decorrere dal 1° Gennaio 2000, i bandi per l’accesso al pubblico impiego devono prevedere la conoscenza dei software più utilizzati per l’uso del computer ed almeno una lingua straniera.
Non sono più richiesti: i limiti di età (salvo deroghe previste per specifici profili professionali da regolamenti di settore) e il certificato di buona condotta (per le amministrazioni che esercitano competenze istituzionali in materia di difesa e sicurezza dello Stato, di Polizia e di Giustizia).

MODALITA’ DI ACCESSO

Per candidarsi ad un posto di lavoro nel settore pubblico la prima cosa da fare è procurarsi il ‘Bando di concorso’ (fonte ufficiale a cui fare riferimento). Gli avvisi dei Bandi di concorso vengono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica – Serie Concorsi ed Esami, nei Bollettini Ufficiali della Regione, sulle riviste specializzate o sul sito web dell’Organo/Ente promotore. Nel bando vengono generalmente riportati il numero dei posti disponibili, i requisiti per l’ammissione, i termini per la presentazione della domanda, il programma delle prove d’esame e la documentazione necessaria da allegare alla domanda.

CANALI DI ACCESSO

  • Concorso Pubblico: i concorsi sono distinti in Concorsi Unici a livello nazionale e a livello circoscrizionale o provinciale (sanità). Il Ministero della Funzione Pubblica gestisce le prove d’esame e crea delle riserve di personale da cui poi le singole amministrazioni potranno attingere. Se il numero dei candidati è superiore al triplo del numero dei posti, ha luogo una preselezione con test e valutazione dei titoli di studio. Le graduatorie, ai sensi dellaLegge n. 537 del 24 Dicembre 1993, hanno validità 18 mesi dalla data di approvazione e sono utilizzabili per la copertura dei posti che si sono resi vacanti fino alla data di approvazione della graduatoria stessa. Sono escluse da questo tipo di sistema le Regioni, gli enti locali, i loro consorzi, e le istituzioni universitarie. Per le amministrazioni e aziende o enti del Servizio sanitario nazionale è prevista l’indizione di concorso provinciale valevole per l’assegnazione a tutte le Aziende Sanitarie Locali provinciali per i livelli dal 6° al 10°. Modalità di accesso: i concorsi devono svolgersi con modalità che ne garantiscano l’imparzialità, l’economicità e la celerità di espletamento ricorrendo, se necessario, anche a forme di preselezione attraverso sistemi automatizzati (quiz). Per i posti pubblici per cui è richiesto come titolo di studio la licenza di scuola media inferiore, non è previsto concorso ma la selezione tra gli iscritti al collocamento.
  • Assunzioni presso le Pubbliche Amministrazioni (Aste ex art. 16): l’avviamento a selezione presso la Pubblica Amministrazione, ai sensi dell’art. 16 della Legge 56/87, dà la possibilità di essere assunti da Enti Pubblici per posizioni lavorative che richiedono il solo requisito della scuola dell’obbligo (Cat. B), senza dover sostenere concorsi pubblici, ma partecipando a pubbliche selezioni effettuate tra gli iscritti nell’elenco anagrafico (a condizione che essi siano in possesso della professionalità eventualmente richiesta e dei requisiti previsti per l’accesso al pubblico Impiego).

Modalità di accesso: le graduatorie sono predisposte dai Centri per l’Impiego.

  • Chiamata numerica: le assunzioni obbligatorie da parte delle amministrazioni pubbliche, aziende ed enti pubblici dei soggetti svantaggiati di cui alla Legge 12 marzo 1999, n. 168, avvengono per chiamata numerica degli iscritti nelle liste di collocamento ai sensi della normativa vigente, previa verifica della compatibilità della eventuale invalidità con le mansioni da svolgere. Per il coniuge superstite e per i figli del personale delle Forze armate, delle Forze dell’ordine, del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco e del personale della Polizia municipale deceduto nell’ espletamento del servizio, nonché delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata, tali assunzioni avvengono per chiamata nominativa, secondo l’articolo 35 del Decreto Legislativo del 30 Marzo 2001, n. 165.

-Modalità di accesso: iscrizione alla liste speciali presso il Centro per l’impiego della propria zona di residenza. Al Centro per l’Impiego è possibile consultare i prospetti informativi dei datori di lavoro obbligati all’assunzione (i prospetti sono pubblici e consultabili). L’avente diritto all’assunzione può quindi auto candidarsi presso le aziende selezionando quelle di maggiore interesse.

  • Contratti di Collaborazione Coordinata e Continuativa: l’attuazione della delega in materia di occupazione e mercato del lavoro di cui allaLegge 14 febbraio 2003 n. 30 ( Legge Biagi), attuata con il Decreto Legislativo 10 Settembre 2003 n. 276, stabilisce che le nuove disposizioni in materia di rapporti di collaborazioni coordinata e continuativa (introduzione del contratto di lavoro a progetto) non si applicano al personale della pubblica amministrazione. Ne consegue, dunque, che in questo ambito si potranno continuare a stipulare contratti di collaborazione anche a tempo indeterminato e, comunque, non riconducibili a un progetto, programma di lavoro o fasi di esso, ferma restando l’assenza di vincoli di subordinazione.

 

DOVE CERCARE CONCORSI PUBBLICI

La Gazzetta Ufficiale e i Bollettini Ufficiali Regionali (B.U.R.)

Sono le due fonti primarie attraverso le quali Stato e Regioni rendono pubbliche le proprie decisioni normative. La Gazzetta Ufficiale viene pubblicata in una Serie Generale che contiene tutte le leggi e i regolamenti di interesse dell’Amministrazione Pubblica, e in cinque serie speciali. La Quarta Serie Speciale è quella dedicata unicamente ai Concorsi Pubblici.

 

I bandi dei concorsi pubblici sono di norma pubblicati in appositi fascicoli della Gazzetta Ufficiale e/o dei Bollettini Ufficiali Regionali.

Il testo contenuto in tali pubblicazioni è l’unico ad avere valore giuridico a tutti gli effetti.
Per reperire le pubblicazioni è necessario rivolgersi o agli uffici preposti o alle librerie concessionarie della Gazzetta Ufficiale o dei Bollettini Ufficiali Regionali.

 

http://www.gazzettaufficiale.it/30giorni/concorsi

 http://www.regione.veneto.it/web/guest/bandi-avvisi-concorsi

 

 

Le riviste specializzate

Oltre alla Gazzetta Ufficiale ed ai Bollettini Ufficiali Regionali esistono delle riviste specializzate che danno informazioni relative ai bandi di concorso. Queste riviste, che hanno in genere cadenza quindicinale, sono presenti in gran numero sul mercato. Riguardo alla loro attendibilità è sempre bene affidarsi a case editrici specializzate, con esperienza e tradizione datata. Inoltre si consiglia sempre di verificare le informazioni sui testi ufficiali, cioè Gazzetta e Bollettini Ufficiali.
Per gli altri concorsi il bando può essere reperito molto spesso consultando il sito Internet degli Enti che hanno emesso il concorso. Ad esempio si possono consultare i siti dei seguenti enti: Organi Costituzionali, Governo e Ministeri, Magistratura, Garanti, Comitati, FF.AA. e Polizia, Enti statali, Ass. di Enti pubblici, Enti di ricerca, Università, Ordini professionali, Regioni e Province, Comuni, altri Enti (Sanità Aziende Ospedaliere, Sanità AUSL, Sanità Case Riposo, Sanità Istituti Vari).

Siti a carattere Nazionale:

Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – il servizio prevede l’accesso gratuito a tutte le Gazzette Ufficiali pubblicate negli ultimi 60 giorni. Per consultare i concorsi di lavoro accedere alla sezione Concorsi e selezionare la gazzetta interessata –

Riviste specializzate:

ConcorsiPubblici.com – Portale dedicato ai concorsi pubblici in Italia. E’ possibile attuare ricerche per data di scadenza oppure per regione, per titolo di studio, per ente, ecc…Vi si trova anche un elenco dei concorsi pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale, divisi per mese.
Concorsi.it – Sito realizzato dall’ente In.Formazione – il servizio prevede la consultazione dei bandi di concorsi a livello nazionale.

Concorso Pubblico.com – Il sito fornisce tutti i Concorsi Pubblici direttamente dalla Gazzetta Ufficiale.

Joboline– il sito prevede l’accesso di una banca dati concorsi.

Casa Editrice Simone concorsi -sito della casa editrice Simone edizioni – il servizio prevede la consultazione dei bandi di concorsi a livello nazionale, suddivisi anche per tipo di concorso.

Network Concorsi –Sito per candidati in cerca di concorsi pubblici, bandi, borse di studio e pubbliche selezioni. Si possono consultare i bandi ed i concorsi per tipologia di contratto, titolo di studio, area geografica (regione, provincia, etc…) e per tutti i principali profili professionali.

Newsletter concorsi di ‘Bollettinodellavoro.it’ – Servizio informativo gratuito, che raccoglie le informazioni sulle assunzioni nelle pubbliche amministrazioni. La newsletter parte ogni dieci giorni e contiene: tutti i concorsi della Gazzetta Ufficiale “Concorsi ed Esami”, tutti i Bollettini ufficiali delle regioni italiane e tutti i concorsi pervenuti direttamente alla loro redazione. Le informazioni vengono inviate suddivise per regione.

Stage e tirocini